Asilo Pedavena "Ai Caduti" (7)

Asilo Pedavena "Ai Caduti"

Verifiche e valutazioni

Super User by

La valutazione è parte integrante del piano personalizzato,  non solo come controllo degli apprendimenti, ma come verifica dell’intervento didattico al fine di operare con flessibilità sul progetto educativo.
La valutazione accompagna i processi di insegnamento/apprendimento e consente un costante adeguamento del piano  in quanto permette ai docenti di:

– offrire al bambino la possibilità di aiuto per favorire il superamento delle difficoltà che si presentano in itinere;
– predisporre collegialmente piani individualizzati per i soggetti in situazione di insuccesso;

Tale valutazione, di tipo formativo, ha una serie di funzioni:

– rilevamento, finalizzato a fare il punto della situazione;
– diagnosi, per individuare eventuali errori di impostazione del lavoro;
– di prevedere opportunità e possibilità di realizzazione del progetto educativo.
Nella scuola dell’infanzia gli strumenti valutativi fanno riferimento soprattutto all’osservazione qualitativa e sistematica dei comportamenti e alla documentazione dell’esperienza.
Periodicamente il collegio docenti si riunisce per valutare la funzionalità e le difficoltà del lavoro e per cercare, se necessario, nuove soluzioni.

Alla fine di ogni semestre gli insegnanti incontrano i genitori in colloqui individuali presentando il livello di partenza (novembre) del bambino e quello di arrivo (maggio).

Leggi tutto...

Attività extra

Super User by

L’Asilo “Ai Caduti”, nel corso dell’anno svolge attività extra scolastiche che vanno ad integrare il programma formativo, come il corso di nuoto per tutti i bambini delle classi Scoiattoli e Marmotte, l’introduzione dell’inglese attraverso canzoni e storie animate sia per i Pulcini che per le altre due classi e l'attività motoria.
Grande premura viene data anche all’organizzazione e realizzazione delle feste della famiglia: mamma, papà e nonni.

I bambini verranno accompagnati, inoltre,  in uscite programmate a inizio anno come ad esempio:
la passeggiata tra gli orti di Pedavena, la Castagnata con storia animata per le vie del paese, la partecipazione alla Commemorazione ai Caduti con canto dell’Inno di Mameli accompagnati dagli Alpini, le visite ad alcuni stabilimenti del territorio come Trentin Grana e Lattebusche, il Mattineve con giochi presso le Buse a Croce d’Aune,  la passeggiata all’ “Albero degli Alberi” nella Valle di Seren, la bellissima esperienza nella riserva naturale del Vincheto a Cellarda, la camminata e i giochi alle Buse a Croce d’Aune in primavera con pranzo finale in birreria.

L’Asilo “Ai Caduti” da molta importanza anche ad attività di interesse medico-pediatrico, dando la propria adesione. I bambini mettono tutto il loro impegno nella realizzazione di vari progetti che vengono proposti durante l’anno scolastico. Ecco solo alcuni esempi dei progetti a cui i nostri piccoli hanno partecipato:

-“Insieme per l’Allattamento” presso ospedale Santa Maria del Prato di Feltre
- “Non Influenziamoci” pensato dall’Ulss di Feltre.

La scuola materna offre la possibilità anche ai genitori di partecipare ad incontri con professionisti.
Vengono realizzate con grande successo serate a tema, come quelle sul primo soccorso pediatrico, quelle con la logopedista e la nutrizionista.

Negli anni si è vista la grande unione che nasce non solo tra i bambini ma anche tra i genitori che nel frequentarsi quotidianamente all’Asilo “Ai Caduti”, instaurano rapporti di amicizia. Questo ha dato modo di organizzare una “Giornata delle Famiglie”, i genitori organizzano in un weekend di fine anno, una gita “fuori porta” per trascorrere del tempo con i proprio figli e i loro amici.

Per chiudere in bellezza  l’anno scolastico, le famiglie sono invitate a partecipare allo “School Day”. Solitamente si tiene presso la sagra parrocchiale di San Giovanni a Pedavena, le mamme e i papà insieme con i loro figli si sfidano in divertenti giochi!

Leggi tutto...

Scuola dell’Infanzia Paritaria“AI CADUTI”

Super User by

Era il 21 luglio del 1927 quando le Suore dell’ordine “Sorelle della Misericordia” aprirono l’allora Asilo infantile parrocchiale di Pedavena in memoria “Ai Caduti” della prima guerra mondiale.
Una struttura che doveva aiutare le famiglie della zona nella crescita dei bambini e molto voluta dalla Parrocchia di San Giovanni Battista di Pedavena e dal suo parrocco di allora don Amedeo Marchet, che per suo desiderio fece arrivare le Suore della Misericordia da Verona.

Insieme offrirono un servizio di indubbia importanza e utilità per tantissime famiglie di Pedavena e dei paesi limitrofi.

Fin dalla sua nascita, l'asilo ebbe annessa una scuola di lavoro femminile, per le ragazze che ebbero terminato le elementari, e per molti anni fu sede anche di svariate attività come la refezione scolastica delle elementari, il doposcuola, le cucine di beneficenza per i bisognosi del Comune, il canto, le riunioni delle varie associazioni, le recite della filodrammatica, la scuola della dottrina cristiana ed altre attività pastorali.

Nel 1964 venne costruita una nuova ala, comprendente due piani: sopra un'ampia sala da gioco e sotto un porticato per la ricreazione durante il maltempo. Nel 1972 la denominazione venne aggiornata in Scuola Materna "Ai Caduti" per dare ampio significato educativo all'ambiente scolastico, poiché anche la scuola è protagonista delle trasformazioni socioculturali sempre in atto.

La volontà, di tutti i sacerdoti che si sono susseguiti, e dalle suore che in tutti questi anni hanno gestito l’asilo parrocchiale, è stata sempre quella di affermare la libertà di educazione: cioè il diritto del genitore di scegliere per i figli l’ambito educativo che rispecchi i propri valori. La scuola ha sempre cercato di porsi come esperienza educativamente qualificata dal punto di vista della formazione religiosa cristiana, in piena continuità con l’opera e la cultura della famiglia.

Nel 2007 le suore sono state richiamate alla Casa Madre, lasciando la scuola alla Parrocchia San Giovanni Battista di Pedavena e la gestione ad un gruppo di laici ispirati ai valori Cristiani che insieme continuano e rinnovano l’attività iniziata più di novant’anni fa.

La struttura è così composta:  al primo piano da un'atrio con armadietti per i bambini, 3 aule, un stanza per il "riposino", um ampio bagno. Al secondo piano la cucina e l''ufficio amministrativo. Al piano terra refettorio e palestra. All'estero si puo trovare l'ampio giardino di circa 1.000 mq2 con molte struttura e giochi per tutti i bambini.

Leggi tutto...

Piano Triennale Offerta Formativa (PTOF)

Super User by

Vogliamo presentarvi il Piano Triennale Offerta Formativa (PTOF) in quanto rappresenta la nostra carta d’identità. All’interno di questo documento vi illustreremo le linee guida della nostra scuola dell’infanzia, l’ispirazione culturale-pedagogica, la progettazione curricolare e extracurricolare, didattica e organizzativa delle attività svolte. La nostra scuola si propone di offrire al bambino un ambiente ricco di relazioni propositive, attraverso le quali maturi nella conoscenza e nella stima di sé e della realtà che lo circonda per raggiungere, così, la formazione globale e armonica della sua persona. La scuola mira ad accogliere il bambino nella sua unicità, ascolta e osserva la realtà di ognuno di loro e delle loro famiglie, per poter rispondere positivamente ad ogni loro bisogno.

Le finalità della nostra scuola dell’infanzia:

  • maturazione dell’identità
  • conquista dell’autonomia
  • sviluppo delle competenze

si raggiungono per mezzo di attività che si esplicitano attraverso la valorizzazione del gioco, l’esplorazione, la ricerca, la vita di relazione.

COS'È IL PTOF? DEFINIZIONE E ACRONIMO

Partiamo subito con l'esplicitazione del significato dell'acronimo di PTOF ovvero Piano Triennale dell'Offerta Formativa.
Si tratta di un documento programmatico e informativo fondamentale in ogni istituto, anzi è proprio il documento più importante.
Al suo interno è riportata la strategia dell'istituto che punta a perseguire fini educativi e formativi basandosi sulle proprie risorse, che siano esse umane, professionali, territoriali o economiche.

A cosa serve il PTOF?

Il Piano triennale dell'offerta formativa serve a indicare a tutti gli attori che si avvicendano sul palcoscenico di un istituto scolastico quale sia la direzione da seguire e la meta da raggiungere.
Si tratta dunque di un mezzo per pianificare e realizzare l'autonomia scolastica di ogni singolo istituto, tenendo come riferimento punti cardine come:

- la progettazione curricolare;
- la progettazione extracurricolare;
- la progettazione educativa;
- la progettazione organizzativa;

Cosa contiene?

Un Piano Triennale dell'Offerta Formativa dovrebbe, dunque, contenere delle informazioni dettagliate su:

Tra i provvedimenti e i cambiamenti introdotti dalla legge 107, detta anche della Buona Scuola, spicca il PTOF che viene a sostituire ed integrare la funzione svolta fino a questo momento dal POF. In questo articolo spiegheremo, attingendo dalla normativa, cos'è il PTOF, a cosa serve e in cosa differisce dal POF.

COS'È IL PTOF? DEFINIZIONE E ACRONIMO

Partiamo subito con l'esplicitazione del significato dell'acronimo di PTOF ovvero Piano Triennale dell'Offerta Formativa.
Si tratta di un documento programmatico e informativo fondamentale in ogni istituto, anzi è proprio il documento più importante.
Al suo interno è riportata la strategia dell'istituto che punta a perseguire fini educativi e formativi basandosi sulle proprie risorse, che siano esse umane, professionali, territoriali o economiche.

A cosa serve il PTOF?

Il Piano triennale dell'offerta formativa serve a indicare a tutti gli attori che si avvicendano sul palcoscenico di un istituto scolastico quale sia la direzione da seguire e la meta da raggiungere.
Si tratta dunque di un mezzo per pianificare e realizzare l'autonomia scolastica di ogni singolo istituto, tenendo come riferimento punti cardine come:

- la progettazione curricolare;
- la progettazione extracurricolare;
- la progettazione educativa;
- la progettazione organizzativa;

Cosa contiene?

Un Piano Triennale dell'Offerta Formativa dovrebbe, dunque, contenere delle informazioni dettagliate su:

- potenziamento delle conoscenze e delle competenze degli alunni;
- progetti per l'apertura della comunità scolastica al territorio coinvolgendo le istituzioni e le realtà locali;
- iniziative di potenziamento e attività progettuali per il raggiungimento degli obiettivi formativi;
- iniziative di formazione sulle tecniche di primo soccorso e sicurezza sul lavoro rivolte agli studenti;
- programmazione di attività formative per il personale docente e ATA;
- programmazione e promozione della Didattica Inclusiva;
- percorsi formativi e iniziative finalizzate all'orientamento degli studenti;
- percorsi di alternanza scuola-lavoro (almeno per le scuole di II grado);
- percorsi formativi volti allo sviluppo delle competenze digitali degli studenti;
- percorsi formativi volti allo sviluppo delle competenze digitali di docenti e personale ATA;
- programmazione di attività extracurriculari come i viaggi di istruzione;

Leggi tutto...

Regolamento

Super User by

La Scuola dell’Infanzia “Ai Caduti” di  Pedavena è  una  Scuola  paritaria  parrocchiale  che accogliei bambini secondo le direttive ministerialie regionali.
E’ aperta a tutti i bambini senza distinzione di razza e/o fede religiosa.
L’iscrizione alla scuola implica la conoscenza e l’accettazione da parte dei genitori dei contenuti del P.T.O.F. (Piano Triennale dell’Offerta Formativa), del Regolamentoe l’impegno da parte degli stessi di collaborare per il loro rispetto e attuazione. La  scelta, infine,  di  iscrivere  i  propri  figli  in  questa  Scuola,  implica  la  conoscenza  e  la consapevolezza da parte dei genitori dell’insegnamento della religione cattolica (IRC).

Scopri tutti i detttagli del regolamento scaricando il documento, in formato pdf, che trovi qui di seguito.

Leggi tutto...

Il comitato di gestione

Super User by

Il comitato di gestione
La scuola dell’infanzia Paritaria “Ai Caduti” è un ente della parrocchia di S. Giovanni Battista in Pedavena e si avvale, per l’amministrazione della scuola, di un comitato di gestione.
La scuola materna “Ai Caduti” svolge la sua azione educativa ispirandosi alla concezione cristiana della vita: garanti di tale ispirazione sono il parroco pro-tempore ed il comitato di gestione. Tale indirizzo è, per sua natura, immodificabile. La scuola materna non persegue fini di lucro.

La scuola materna “Ai Caduti” si propone di volgere una funzione educativa ed un servizio di pubblica utilità nello spirito della tradizione cattolica, accogliendo i bambini che saranno iscritti alla scuola stessa, favorendone la crescita fisica, intellettuale, sociale, morale e religiosa, in stretta collaborazione con la famiglia e con la comunità. La famiglia, a sua volta, fermo il proprio diritto all’educazione dei figli, accetta e condivide le finalità educative della scuola, che si avvale delle didattiche e dei mezzi più idonei ed in particolare di un proprio Progetto Educativo, che si attiene agli orientamenti educativi e didattici dello Stato

Composizione del comitato di gestione per il triennio 2019 - 2023

Parroco pro- tempore e legale rappresentante: Ganz don Alberto
Presidente del Comitato di gestione: Michele De Bacco

Consiglieri:
Carniel Alessandra
Candolo Fabio
Noventa Alessandro
Sandi Loriana (coordinatrice della scuola)
Trevisson Tomaso
Vettorel Dino

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Dov'è l'Asilo "Ai Caduti" ?Telefonaci o inviaci una email!

 

Inviaci una email

Social

Indirizzo

Scuola dell’Infanzia Paritaria“AI CADUTI”
Via Roma, 2 – PEDAVENA (BL)
Codice meccanografico: BL1A02800N

Tel. 0439 300824

ORARI SEGRETERIA
Lunedì e mercoledì dalle 8 alle 13.


Zoom